Press ESC to close

Aquí está el truco que absolutamente necesitas saber si quieres tener plantas hermosas y saludables.

Visto il numero di giardinieri dilettanti che si accalcano nei vivai, negli orticoltori, nei fioristi e soprattutto nei reparti di giardinaggio dei superstore fai-da-te, è chiaro che il giardinaggio è in aumento.

Ci sono sempre più appassionati di giardinaggio. Bisogna riconoscere che è una delle passioni più rilassanti che si addice sia ai contadini che possono avere un grande orto sia ai cittadini che possono creare un piccolo spazio verde in casa o sul balcone.

Chi fa giardinaggio, sia esso aspirante o esperto giardiniere, sa che se c’è un argomento spinoso, è quello dell’innaffiatura delle piante. Dopo una buona esposizione al sole e un terreno di qualità, dosare correttamente il fabbisogno idrico è l’elemento centrale di una sana pianta verde.

Vedremo un trucco che devi assolutamente conoscere se vuoi avere piante belle e sane.

Classica irrigazione dall’alto

irrigazione superiore

logo pinterest

Irrigazione superiore – Fonte: spm

Tradizionalmente, l’irrigazione delle piante in vaso viene effettuata dall’alto. Prendiamo quindi il nostro annaffiatoio che riempiamo di acqua, non molto dura, poi annaffiamo “dall’alto”, da cui il nome, versando l’acqua sul terreno. Alcuni a volte preferiscono annaffiare il fogliame. È possibile, ma attenzione, ci sono specie di  piante verdi  che non amano particolarmente questa tecnica. Questo tende a lasciare striature sulle foglie o a favorire la muffa quando hanno un tubero sporgente.

Versando l’acqua dall’alto, sotto l’effetto della gravità, percolerà lentamente e nutrirà così le radici. In natura il substrato non è mai completamente saturo, l’acqua penetra nelle profondità della terra o scorre via. La situazione è molto diversa nel giardinaggio. La preoccupazione che nasce è che le piante possano trovarsi rapidamente annegate a causa dell’eccesso di acqua che ristagna sul fondo dei vasi. Effetto deleterio garantito. A causa dell’eccessiva umidità e dell’acqua in eccesso, le radici soffocheranno (anossia) e quindi marciranno. Per non parlare dello spreco di acqua causato.

Questo è il metodo classico e convenzionale. E se passassi all’irrigazione dal basso?

Irrigazione dal basso

irrigazione di fondo

logo pinterest

Innaffiare le piante dal basso – Fonte: spm

L’annaffiatura dal basso è detta anche annaffiatura dal sottovaso, dal nome del contenitore di terracotta o di plastica che viene posto sotto il vaso, il vassoio o la fioriera. In che modo questo metodo consente una buona irrigazione? Piuttosto che versare l’acqua sul terriccio o sul fogliame come nell’irrigazione dall’alto, qui verserai l’acqua direttamente nel sottovaso.

I vantaggi di annaffiare le piante dal basso

1. Evitare l’acqua in eccesso che è ancora peggio per una pianta della mancanza di acqua.

2. Dosare correttamente l’alimentazione idrica.

3. Evita che il terreno rimanga fradicio e attiri tutti i tipi di insetti e afidi.

4. Risparmia acqua.

5. Evitare la lisciviazione delle  sostanze nutritive presenti nel substrato  che verranno, annaffiando dall’alto, drenate sul fondo del vaso.

6. Infine, questa è la migliore irrigazione possibile quando non si annaffia da un po’ e il substrato è particolarmente secco. Se si annaffia dall’alto, l’acqua scorrerà direttamente sul fondo del vaso senza che nemmeno le radici della pianta abbiano potuto trarne beneficio.

Metodo passo dopo passo:

1. Riempi l’annaffiatoio con l’acqua del rubinetto (oppure prendi in considerazione la possibilità di raccogliere l’acqua piovana).

2. Versare l’acqua direttamente nel sottovaso. Così la pianta berrà letteralmente l’acqua che salirà per capillarità. È sempre sorprendente osservare l’acqua assorbita dalla pianta mentre si innaffia.

3. Dopo un quarto d’ora, vedere se l’acqua è stata completamente assorbita. Se non è rimasto nulla, è probabile che la quantità di acqua versata non sia stata sufficiente.

4. Ripetere l’operazione e aggiungere un po’ d’acqua nel sottovaso.

5. Lascia passare questo tempo per mezz’ora. Se quando stiri ti accorgi che rimane dell’acqua, è l’eccesso di cui la pianta non ha bisogno. Soprattutto non lasciarlo nel sottovaso, marcirà le radici e attirerà gli insetti. Svuota il piattino.

Applicando questa tecnica le tue piante saranno più belle che mai.